ECO-NEWS: Il cemento autoilluminante

Mag 26 2016

ECO-NEWS: Il cemento autoilluminante

IL CEMENTO AUTOILLUMINANTE
Una straordinaria nuova invenzione, con un grande potenziale di sfruttamento commerciale in futuro, arriva direttamente dal Messico. Qui il ricercatore José Carlo Rubio, dell’università di Micoachan di San Nicolas Hidalgo, è riuscito a sviluppare, con un lavoro durato circa un decennio, un particolare tipo di cemento, in grado di assorbire ed emettere luce e capace di durare circa un secolo. Un’invenzione che, se prendesse piede, potrebbe portare all’eliminazione dell’energia elettrica per l’illuminazione delle strade.
Il ricercatore dichiara di aver cominciato a occuparsi di questo particolare materiale da costruzione dopo aver capito che al mondo non esisteva ancora niente di simile. Il cemento normale è infatti una polvere che, bagnata dall’acqua, prende una consistenza simile a un gel, al cui interno, mentre si indurisce, si formano però dei cristalli, che rendono il materiale un corpo opaco, al cui interno non può passare la luce.
Rubio ha quindi pensato di cercare di eliminare i cristalli dalla microstruttura del cemento, che quindi diventa capace di mantenere la sua consistenza gelatinosa, con la particolarità di riuscire ad assorbire l’energia solare ed emettere luce per circa 12 ore, coprendo tutta la durata della notte.
La produzione annuale di cemento di 4 miliardi di tonnellate potrebbe garantire, secondo Rubio, un ampio sfruttamento commerciale, considerando anche che la maggior parte di materiali fluorescenti presenti sul mercato sono fatti di plastica e non sono in grado di durare più di 3 anni, ancor di meno se esposti ai raggi ultravioletti. Il nuovo cemento è fatto invece totalmente con materiali naturali, in particolare sabbia, polvere e argilla, ed è resistente al sole.
Rubio sta ora avviando la commercializzazione della sua invenzione, per adesso disponibile nei colori blu e verde. Il progetto, che ha ricevuto importanti riconoscimenti internazionali, sta ispirando molti altri ricercatori a cercare di sviluppare ulteriormente l’idea.

Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le news del mondo green? Iscriviti alla nostra newsletter!

Ho letto l'Informativa sulla Privacy*