ECO-NEWS: Il risparmio energetico - la televisione

Giu 11 2014

ECO-NEWS: Il risparmio energetico – la televisione

La tv è piacevole, si, ma ha anche dei costi non indifferenti. Annualmente abbiamo un canone da pagare per la televisione pubblica, ma non è il solo costo. Anche la bolletta dell’elettricità è un indice dei costi, non solo quelli monetari, ma anche quelli energetici.


Se gli italiani passano 5 ore al giorno in media davanti al telvisore, questi si possono convertire in 180kWt all’anno, che corrispondo al 4% del consumo elettrico totale in casa. Convertendolo in Euro, risultano dai 50 ai 200 Euro all’anno per le proprie trasmissioni preferite.


Ci sono però alcuni accorgimenti che a fine anno possono risultare in una differenza, e come sempre noi ve li elenchiamo per aiutarvi a risparmiare energia e denaro:


DIFFERENZE NEL MODELLO


Esistono modelli e tecnologie diversi che consumano più di altri. Ad esempio i televisori al plasma consumano di più rispetto agli schermi LCD (che consumano come i cari vecchi televisori a tubo catodico).


ATTENZIONE AL ‘+’


Più grande è uno schermo più consumerà la spesa energetica per mantnerlo acceso. Bisogna quindi stare attenti alle caratteristiche tecniche del modello. A fianco alla classe energetica, ci sono un numero variabile di ‘+’ , che sono inversamente proporzionali al consumo energetico.
Per esempio uno schermo a 46 pollici di classe A consuma fino a 103 kWt l’anno, mentere l’A++ solo 63 kWt..


TECNOLOGIA AVANZATA


Alcuni televisori usano la retroilluminazione a LED, che consente un risparmio del 25% (del 40% in confronto a quelli al plasma).
Inoltre bisogna stare attenti alla lucina di ‘Stand-by’. Tutti ne parlano, tutti lo sottovalutano, ma fa una grande differenza spegnerlo o accenderlo. Per questo è meglio preferire i modelli con un interruttore di spegnimento generale, di modo da eliminare questi consumi.


LUCE INTORNO


Abbassare le luci della stanza dove sta il televisore è un ottima tecnica di risparmio energetico. Minimizzando l’illuminazione artificiale intorno e dietro lo schermo si ottimizza anche la visione a livello fisico, percettivo. Se è possibile inoltre, posizionare la luminosità dello schermo al minimo.


IL MONDO È BELLO


Ultimo consiglio: se non è proprio necessario, la televisione si può spegnere e fare qualcosa all’aperto d’estate o leggere un libro d’inverno. Ci sono tante attività che non prevedono il consumo di energia elettrica ma che portano ad ammirare la natura! Provatele!


Fonte: tuttogreen.it 

Ph. Credits: Zeroemission.tv, ecoo.it, savevid.com
 

Ho letto l'Informativa sulla Privacy*