ECO-NEWS: Ricaricare lo smartphone camminando, da oggi si può

Giu 30 2014

ECO-NEWS: Ricaricare lo smartphone camminando, da oggi si può

Ricaricare lo smartphone camminando? Un utopia fino a poco tempo fa, oggi quasi una realtà.
Grazie alla recente invenzione del giovane sarà possibile ricaricare telefoni cellulari e dispositivi USB passeggiando.

L’idea non è nuovissima, ma a metterla in pratica è stato un ragazzino di soli 15 anni che vive nelle Filippine. Si chiama Angelo Casimiro, è un piccolo genio e già a quattro anni si divertiva a dare vita a piccoli progetti tecnologici.
Il sistema sfrutta l’energia cinetica che viene prodotta quando ci muoviamo. L’andamento dei nostri piedi, che si alzano e si abbassano, attiva delle membrane piezo-elettriche che genereranno corrente. In questo modo sarà possibile caricare qualsiasi piccolo dispositivo collegato.

 

Secondo il giovane inventore, questa nuova tecnologia è in grado di caricare una batteria al litio da 400 mAh in 8 ore di camminata. Certo, si tratta ancora di tempi piuttosto lunghi, ma di sicuro l’invenzione potrà essere migliorata nel corso del tempo. Al momento potrebbe essere utile per evitare che la batteria del cellulare si scarichi del tutto quando ci troviamo fuori casa.


Gli utilizzi di una simile invenzione vanno ben oltre la semplice ricarica dello smartphone. Pensiamo, ad esempio, alle zone del mondo in cui l’accesso alla rete elettrica è assente. Oppure, in modo più semplice, alle occasioni in cui siamo in campeggio o facciamo trekking.


Altre possibilità di miglioramento potrebbero riguardare il ricorso all’energia solare, su cui Casimiro, nonostante la sua giovanissima età, ha già lavorato in passato. Ora il nuovo sistema potrebbe risultare utile per caricare cellulari, radioline e flash. Potrebbero inoltre nascere applicazioni legate allo smart-clothing, con t-shirt, scarpe, zaini o pantaloni intelligenti che saranno dotati di dispositivi elettronici integrati, anche con tecnologia GPS. Il progetto per ricaricare il cellulare camminando è entrato a fare parte della Google Science Fair 2014.


I benefici a livello ambientale sono evidenti; non bisogna guardare soltanto la singola invenzione ma le nuove prospettive future che essa offre. Chissà in futuro quante apparecchiature elettroniche potremo ricaricare in questo modo!

Per scoprire tante fantastiche e interessanti novità ecologiche iscriviti alla nostra newsletter!


Fonte: greenme.it; Ph Credits: googlesciencefair.com

Ho letto l'Informativa sulla Privacy*