ECO - NEWS: Le Case Passive, ecosostenibilità ambientale, risparmio energetico e comfort abitativo anche in Italia!

Feb 01 2015

ECO – NEWS: Le Case Passive, ecosostenibilità ambientale, risparmio energetico e comfort abitativo anche in Italia!

Passivhaus, o Casa Passiva, è uno standard nato dalla collaborazione tra Bo Adamson dell’Università di Lund in Svezia e Wolfgang Feist dell’Istituto per l’Ambiente e l’Edilizia in Germania, nel 1988. Nascono infatti a Darmstadt in Germania le prime abitazioni Passivhaus e successivamente viene istituito il Passivhaus Institut per promuovere lo standard. Nel 2010 si contavano circa 25.000 residenze costruite secondo i criteri passivi, ma oggi sono circa 40.000 sparse in tutto il mondo, la maggior parte delle quali tra Germania e Austria.
I 6 criteri fondamentali richiesti dallo standard Passivhaus sono: 
  • Ottima protezione termica di tutti gli elementi costruttivi dell’involucro termico dal pavimento alle pareti esterne fino al tetto;
  • Finestre e portafinestre con tripli vetri basso emissivi con un elevato valore di fattore solare g e telai molto ben coibentati;
  • Esecuzione a regola d’arte della protezione termica fino ai minimi dettagli con riduzione al minimo di tutti i ponti termici;
  • Tenuta all’aria degli elementi costruttivi esterni verificata mediante test di pressione Blower Door;
  • Ventilazione controllata con recupero di calore particolarmente efficiente per evitare dispersioni di calore;
  • Accurata progettazione e controllo degli apporti solari passivi controllando le superfici finestrate, eventualmente differenziate per ogni lato dell’edificio, garantendo al contempo l’assenza di surriscaldamento estivo.
Attraverso questi elementi principali è possibile raggiungere il benessere termico e garantire un elevato comfort abitativo senza l’utilizzo di impianti di riscaldamento quali caldaie e termosifoni, poiché in inverno l’irraggiamento solare e il calore generato dagli inquilini e dagli elettrodomestici sopperisce alle perdite di calore della casa, in maniera passiva quindi. Per aumentare o colmare il bilancio termico dell’abitazione basterà fornirsi di pannelli solari o pompe di calore.
Il comfort abitativo di una Casa Passiva è ottenuto soprattutto grazie ad un sistema di ventilazione meccanica che introduce aria fresca, lasciando fuori dall’edificio rumori, polvere, pollini e smog. Inoltre, essendo un edificio a quasi zero emissioni, rispetta totalmente la direttiva 2010/31/UE del Consiglio Europeo sulle presentazioni energetiche nell’edilizia.
In Italia, il Passivhaus Institut è rappresentato dalla ZEPHIR (Zero Energy and Passivhaus Institut for Research), situato in Trentino, a Pergine Valsugana.
Infine, uno standard di questo tipo si sposa alla perfezione con una certificazione ambientale come il Marchio Europeo di qualità Ecologica Ecolabel, nel pieno rispetto dell’ambiente e della sostenibilità.
 
Iscriviti alla nostra newsletter e rimani aggiornato!
 
Fonte: zephir.ph; casa24.ilsole24ore.com; phi-italia.it   Ph Credits: zephir.ph; ilsole24ore.com

Ho letto l'Informativa sulla Privacy*